next up previous contents
Next: Jolly e altri mezzi Up: L'interprete capisce un TUBO: Previous: Fare ordine anche ``laddentro''   Contents

Più grande di tutti i file: operatori di reindirizzamento
(>,» e <,«)

Non è detto che i dati all'uscita di un comando vi interessino nello stesso momento che lo lanciate.

Potreste volere una lista dei file della vostra directory per guardarla da spedirvi attaccata alla posta elettronica. Vi serve cioè reindirizzare l'uscita di un comando verso un file. Per farlo dovete comunicarlo all'interprete dei comandi (da ora in poi semplicemente shell) con questo segno > (maggiore).




width


$ ls > lista_file


width

Sul monitor non vedrete apparire assolutamente niente, ma un nuovo file di nome lista_file è stato creato nella vostra directory. Provate a lanciare un cat su di esso.

Se rifate il comando ls > lista_file il vecchio lista_file sarà sostituito dal nuovo e il suo contenuto irremediabilmente perso. Piazzando due segni di maggiore il vecchio contenuto sarà salvaguardato e il nuovo piazzato in coda (i guru chiamano questo comportamento ``scrittura in modalità append''). Provatelo.




width


$ ls >> lista_file


width

La shell capisce anche il simbolo < (minore). Mentre > si occupa del reindirizzamento dell'output, > di quello dell'input. Difficilmente vi capiterà di usarlo, per cui è meglio tagliarla qua.


next up previous contents
Next: Jolly e altri mezzi Up: L'interprete capisce un TUBO: Previous: Fare ordine anche ``laddentro''   Contents
angelo 2003-02-09