Introduzione al catalogo della biblioteca del C.P.O. Vulkano

Martin Guy, Catania, Ottobre 1999


Il catalogo consiste in una base dati in cui è registrata

per ogni libro
autore, titolo, editore, anno di pubblicazione
per ogni edizione di ogni periodico (giornale, rivista)
Testata, Anno/Numero, data di pubblicazione, titolo di prima pagina
con l'aggiunta di un elenco di segnalazioni di articoli presenti nei periodici e nelle antologie di letteratura con un indicazione del volume e la relativa rubrica in cui si trova, gli autori e il titolo, più un elenco dei titoli e sottotitoli delle varie pubblicazioni periodici presenti a Vulkano.

Programma di ricerca

Dal prompt DOS, si immette:

C:\e> SEEK
e si preme il tasto `Invio'. Dopo una schermata di pubblicità per la Ashton-Tate al quale si risponde premendo `Invio', parte il programma di ricerca, chiedendo: "A quale parola devo cercare riferimenti?".

Di risposta si digita una singola parola (che sia in maiuscolo o minuscolo non ha importanza) e si preme `Invio'. Per uscire dal programma SEEK, basta rispondere a quella domanda premendo subito `Invio'.

Immessa la parola chiave di ricerca, il programma parte alla ricerca di elementi nel catalogo che contengono tale parola, e le visualizza a video, una schermata per volta se sono tanti.

Dettagli sulla struttura del catalogo

Il catalogo viene memorizzato in quattro tabelle:

LIBRI
Una riga per ogni libro registra:
Autore
Si dovrebbe dire "Autori", poiché un singolo libro può averne vari. In quel caso, il nome del primo autore al penultimo sono separati da un punto-virgola e uno spazio [;\ ], mentre gli ultimi due sono seperati da spazio-ampersand-spazio [\ &\ ].

Il nome di ciascun autore è codificato nella seguente maniera: il cognome, una virgola, uno spazio e il nome o nomi personali separati da spazi. Per economia di spazio, più nomi di cui si sa solo l'iniziale sono inseriti utiti, per esempio: "W. H. Auden". Nomi stranieri in cui non si identifica un cognome sono talvolta inseriti nel loro ordine naturale, per esempio: "Sun Tzu".

Titolo
Si tratta del titolo di copertina, possibilmente seguito di due punti, uno spazio e il sottotitolo se è presente. Ci possono essere racchiuse tra parentesi tondi note sul numero dell'edizione e/o ristampa, il nome del traduttore ed altre informazioni varie che possono servire o per identificare l'opera di cui si tratta, o come possibili chiavi di ricerca.
Editore
Il nome della casa editrice che ha prodotto il libro, o quali indicazioni ci possono essere per quanto riguarda la sua provenienza.
Anno
L'anno in cui è stato edito il libro: se si tratta di una 5° edizione (presumibilmente con revisioni a quelle precedenti), si mette quello; se si tratta di una semplice ristampa, si preferisce la data in cui è uscita la prima stampa di quel edizione.
PERIODIC
Per ogni periodico presente (e catalogato) a Vulkano, c'è una riga nella tabella "PERIODIC". Registra:
Intestazione
Ovvero un codice di due, tre o quattro lettere maiuscole che stanno ad indicare il titolo che percorre tutta la serie. Per sapere il titolo della serie per esteso, si consulta la tabella INTEST.
Annata/Numero in serie
Quando un'edizione di un periodico porta, oltre alla data, qualcosa come "Anno V n.4", queste informazioni vanno nei campi "Annata" e "NumInSerie". Altre sono numerate senza indicare da quanti anni si pubblica; in questo caso è presente solo il Numero in Serie, e l'Annata è impostata a -1, per indicare che l'annata non è specificata. Similmente, anche NumInSerie prende il valore di -1 quando non è presente.

I sistemi di numerazione cambiano fra testate. Alcune riviste ricominciano la numerazione da 1 ogni primo gennaio, e cambiano l'annata. Altri cambiano l'annata ma continuano la numerazione da dov'era arrivata, ed altri ancora danno sia il numero dell'edizione entro quell'anno sia la numerazione dalla prima.

INTEST
Decodifica i codici usati per le testate dei periodici e oltre al titolo per esteso, dà ulteriori informazioni sulla loro pubblicazione.
ARTICOLI
Contiene una riga col titolo e autore di ogni articolo all'interno dei periodici ed i libri per cui ho fatto l'indice. Gli altri campi indicano il volume in questione e il numero della pagina alla quale si trova l'articolo.

La distinzione tra un libro e un periodico

Per intenderci, diciamo che una pubblicazione è un periodico quando non è qulcosa stampato in una solo occasione, come un sasso buttato in uno stagno, ma che fa parte di una serie di pubblicazioni con un certo similarità di struttura ed di argomenti, solitamente con uno stesso nome che appare su tutte le edizioni. Di solito per i periodici non è prestabilito una fine alla serie di pubblicazioni; si continua a pubblicare ad intervalli più o meno regolari finché ci si riesce.

Fanno da caso limitrofe le enciclopedie e dizionari pubblicate a puntate che si prefiggono una determinato numero di edizioni per completare la serie e poi basta. Talvolta questi vengono classificati cone periodici, specialmente nei casi in cui abbiamo poche copie della serie, o come libri quando abbiamo tanto quanto che si può considerare un'opera anche quasi completa. In quest'ultimo caso, le mancanze verebbero segnalate in una nota nel titolo, per esempio: "Verde in Casa: Piante e fiori d'appartamento: pratica, magia e fantasia... (fascicoli 1-50 con indice tranne i nn.28,34,37,39 più i nn.52,53 della seconda serie)"

Decrizione di vari archivi

Directory DBF contiene le basi dati del catalogo, assieme agli indici attivi su di loro. Vedi DBF\README.TXT e DBF\TABELLE.TXT per ulteriori dettagli.

Programmi operando sul catalogo dei periodici si trovano in SRC, con le versioni compilati in PRG. Vedi SRC\README.TXT per ulteriori informazioni.

In questa directory:

SEEK.BAT
Comando DOS per effettuare una ricerca per parola chiave.
COPIA.BAT
Crea in BIBLIOTE.RAR un archivio compresso degli archivi essenziali del catalogo.
COPIX.BAT
Crea in BIBLIOIX.RAR un archivio compresso degli archivi del sistema di ricerca accelerata, che si aggiungono a quelli di BIBLIOTE.RAR.
CONFIG.DB
Archivio di configurazione per DBASE, indicandogli, fra l'altro, dove trovare i programmi e le basi dati del catalogo.

Possono apparire in questa directory gli archivi SELEZ.DBF e *.MEM, che si possono cancellare tranquillamente. Archivi di nome *.NDX vanno spostati nella directory DBF.


Martin Guy <martinwguy@yahoo.it>
Ultima revisione: 19 marzo 2004.