Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. I.--Ferculo / Parte I.--Interrogatori


Interrogatorio di Consoli Giuseppe
(fog. 508 Vol 1.--8 giugno 1891)

  D. R. Sono innocente affatto di quest'altro furto che mi si vuole imputare.
  Io non ebbi parte alcuna nel furto dello argento della bara di S. Agata. Io non mi recai mai presso Spampinato Salvatore a San Francesco all'Arena. Io non fui mai con Francesco Nicotra in Messina per vendere dell'argento dell'indicato furto.
  Io non feci alcun telegramma giammai da Messina a Francesco D'Aquino in Catania. E tal fatto non è possibile perchè non ho mai conosciuto il detto Francesco D'Aquino.
  D. R. Non so come spiegare il fatto che venne spedito da Catania, come la S. V. mi dice, da Francesco D'Aquino un telegramma a me in Messina. Io sul proposito non conosco nulla.
  Non ho testimoni.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.