Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. I.--Ferculo / Parte II.--Esami testimoniali


Scuderi Rosario
(Fog. 13, Vol. 2.--28 gennaio 1891)

  D. R. Io sono uno di coloro che sogliono scaricare dai legni mercantili il grano per conto del signor Venerando Scandurra che ha un mulino a vapore in Aci Reale.
  Siccome il detto signor Scandurra fece venire (non so donde, ma gli arrivò da Messina) una macchina per uso del suo opificio, così per mezzo del carrettiere Rosario Grasso fummo invitati, io ed altri dieci persone, a trasportare la detta macchina dalla stazione di Aci Reale al predetto opificio.
  Le persone che furono in mia compagnia in quella operazione sono: Francesco Indelicato padre, e Francesco Indelicato figlio, altri due che portano lo stesso nome e cognome, e che credo siano parenti dei primi due, quindi Giuseppe Indelicato, Salvatore Indelicato, Sebastiano Leotta, Francesco Virgilio e Giuseppe Scuderi mio padre. Per fare la detta operazione partimmo da Catania sabato scorso alle due dopo la mezzanotte e giungemmo in Aci Reale verso le cinque o le cinque e mezzo.
  Ieri alle 2 pom. terminammo il lavoro e facemmo ritorno a mangiare con alcuni miei compagni, ma fra costoro di quelli che vennero meco da Aci Reale, non vi erano che Francesco Indelicato figlio, Francesco Virgilio e mio padre.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.