Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. I.--Ferculo / Parte II.--Esami testimoniali


Fusco Lorenzo
(Fol. 145, vol. 2.--10 [15!] giugno 1891)

  D. R. Verso la fine del mese di ottobre dello scorso anno, venne da me per consiglio, un figlio di un argentiere, al quale io ḍ a lavorare, e mi disse di voler sapere come regolarsi dovendo trattare una compra di certe verghe di argento da un tale a lui sconosciuto.
  Venne anche questo sconosciuto, ed allora io, dopo diverse domande, alle quali il detto sconosciuto rispondeva di negoziare lui, parmi, argento ed altro, e di non essere conosciuto da alcuno in Napoli, decisi di telegrafare a Catania ai miei corrispondenti di colà per avere tali informazioni.
  Con somma mia sorpresa peṛ mi pervenne un telegramma di risposta, col quale mi si annunziava essere quel giovine che poi seppi, dalla lettura di un suo congedo che mi esib́, chiamarsi Nicotra Francesco, sconosciuto in Catania, ed allora io licenziai il Nicotra sconchiudendo l'affare. Null'altro so.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.