Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. I.--Ferculo / Parte II.--Esami testimoniali


Messina Domenico
(Fol. 21, vol. 2.-- 29 gennaio 1891)

  D. R. Otto o nove giorni fa, trovandomi nel mio turno di servizio al seminario verso le nove e 1/2 pom. mi misi a chiudere il portone, le porte e le finestre per poi andarmene a letto. Scendendo la scala per recarmi a chiudere il portone, mi accorsi che dalle prime tre finestre della navata centrale della Cattedrale contando dalla destra di chi entra dalla porta maggiore traspariva luce.
  Allora il fatto non mi sorprese, poichè supposi che i sacristani potessero trovarsi a far la consueta visita a quell'ora dopo il furto; [sic] pensando meglio al fatto mi son dovuto convincere che probabilmente dovevano essere dei ladri a far quella luce, poichè l'ora non era quella da far la solita visita i sacristani.
  D. R. La notte in cui il fatto avvenne era una di quelle in cui vi era pessimo tempo con pioggie, freddo e vento.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.