Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. II.--Ostensori / Parte I.--Interrogatori


Confronto tra Francesco Nicotra e Fazio Giuseppe
(Fol. 323 vol. 1.--8 marzo 1891)

  Nicotra -- Guardatemi bene. Mi conoscete?
  Fazio-- Non vi ho veduto mai, e non vi conosco.
  Nicotra -- Non conoscete Francesco D'Aquino e Salvatore Spampinato?
  Fazio -- Non li conosco e non so chi siano.
  Nicotra -- Non conoscete neppure Consoli Antonino?
  Fazio -- Tutte coteste persone, ripeto, non le conosco affatto.
  Nicotra -- Eppure dovreste ricordarvi, che una notte del settembre 1889, e precisamente quella dal 6 al 7, io, in compagnia di costoro e di qualche altro, fui al Trappeto alla casa di abitazione di vostro suocero, e consegnammo gli ostensorii rubati alla Cattedrale.
  Fazio -- Č assolutamente falso quanto voi dite. Č una calunnia che volete farmi.
  Nicotra--Amico mio, fareste meglio a dire la veritą.
  Anch'io cominciai col negare, e feci male a me stesso e alla mia famiglia.
  Oramai, essendo tutto scoperto, non ci resta che dire la veritą e raccomandarci alla clemenza della Giustizia.
  Fazio -- Io, vi ripeto, non vi conosco e quanto voi dite contro di me č una falsitą.
  Nicotra -- E non ci eravate voi al Trappeto quando ritornammo a riprendere gli ostensori che erano colą nascosti?
  Fazio -- Anche questo č falso, voi volete calunniarmi.
  Ognuno ha persistito nelle proprie asserzioni.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.