Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. II.--Ostensori / Parte I.--Interrogatori


Confronto tra Viola e Nicotra Francesco
(Fol. 369, Vol. 1.--10 [20!] marzo 1891)

  Nicotra--Voi siete Giuseppe Viola e voi dovreste ben conoscermi come io ben vi conosco.
  Viola -- Io non vi conosco affatto, non avendo avuto relazione con voi.
  Però ora che vi raffiguro meglio, posso dire che forse sarete quel tale Ciccio che una volta era alla Cattedrale in qualità di sacristano. Adesso con la barba, come non vi ho mai veduto, stento a riconoscervi.
  Nicotra -- Eppure siete stato con me ed avete parlato con me, a quanto ricordo, più volte.
  Viola -- Voi certamente v'ingannate.
  Nicotra -- Io non m'inganno; ma vi ricordo invece che qualche mese dopo il furto degli ostensorii alla Cattedrale, ci trovammo insieme a passeggiare nel piano della Statua voi con Concetto Torrisi, Alfio Spampinato ed io.
  Viola--Quanto dite è falso. Io non conosco punto Alfio Spampinato e non mi trovai mai a parlare e passeggiare con voi al piano della Statua.
  Nicotra -- Io non ho fatto che dire la verità, e non avrei ragione di calunniarvi.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.