Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. II.--Ostensori / Parte I.--Interrogatori


Confronto tra Spampinato Salvatore e Sciacca Carmelo.
(Fog. 384, vol. 1.--10 aprile 1891).

  Spampinato--Caro don Neddu, fareste meglio a dire la verità alla Giustizia come ho fatto io.
  Sciacca -- Io l'ho detta la verità alla Giustizia. Presso di voi a S. Francesco all'Arena fui una sola volta, quando cioè si festeggiò il matrimonio di vostra figlia.
  Spampinato--Dovreste però ricordarvi che foste presso di me a S. Francesco all'Arena un'altra volta, quando cioè vi si trovava pure Antonino Consoli, Francesco D'Aquino, Francesco Nicotra e mio nipote Alfio Spampinato, e quando voi di accordo con gli altri liquefaceste colà lo argento dell'ostensorio grande rubato alla Cattedrale.
  Sciacca-- Voi potete dire quello che volete, io sono innocente del fatto cui accennate, perchè non vi ebbi alcuna parte e non fui affatto presso di voi in compagnia delle persone da voi nominate.
  Ognuno ha insistito nelle proprie asserzioni.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.