Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. II.--Ostensori / Parte II.--Esami testimoniali


Sac. Abramo Giuseppe
(Fol. 42, vol 2. -- 14 settembre 1889.

  D. R. Posso assicurare che in questa Cattedrale esistevano due ostensori: uno piccolo d'oro, l'altro pił grande indorato e tempestato di pietre preziose, e con una nube di smalto ed un angiolo d'oro attorno e sotto i raggi.
  Tali ostensori vennero disgraziatamente rubati la notte del 6 al 7 settembre scorso, siccome appresi la mattina seguente.
  Gli ostensori sudetti si conservavano in un ripostiglio sotto chiave che tenevano i superiori, e si erano usciti appositamente per servire nei giorni del quarantore, rimanendo affidati al sacristano maggiore per conservarli in apposita stanza, di cui egli teneva le chiavi.
  Il detto sagrestano maggiore, si chiama Domenico Di Maggio.
  Nessuna circostanza conosco relativamente agli autori del furto.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.