Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. II.--Ostensori / Parte II.--Esami testimoniali


Carbone Antonia di Salvatore
(Fol. 44, vol. 2.--14 settembre 1889).

  D. R. In occasione che io e le mie sorelle frequentavano la Cattedrale, contrassimo amicizia col prete Di Maggio e ciò rimonta a circa 3 anni addietro, e quindi si allacciarono pure ad oneste intime relazioni di amicizia, e siccome versavamo in triste posizione economica. egli, a titolo di carità, ci apprestò dei sussidii, e quindi io e la mia famiglia gli serbavamo gratitudine, e le lettere che scriveva la mia sorella Agatina al suo indirizzo a nome di tutta la famiglia altro fine non si avevano che quello testè detto.
  E se il detto prete, di quando in quando, frequentava la nostra casa, e noi la sua, non vi era alcuno scopo secondario.
  L'ultima volta che ci recammo in casa del detto Prete si fu il passato anno in occasione della festa di S. Agata, per vedere i cantanti e l'artifizio di fuoco.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.