Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. II.--Ostensori / Parte II.--Esami testimoniali


Francesco Messina
(Fog. 82, Vol. 2.--16 maggio 1891).

  D. R. Sono socio di Giuseppe Torrisi col quale compro spesso degli olivi e degli altri alberi per tagliarli e poscia venderli con qualche guadagno.
  Tanto io quanto il Torrisi siamo stati solito fra gli altri lavoranti chiamare Salvatore Spampinato.
  Ricordo appunto che l'ultima volta che chiamammo il detto Salvatore Spampinato per tagliare degli alberi di olivo si fu nell'anno 1889 e nel territorio di Misterbianco.
  Non posso precisare nè quando partimmo da Catania per recarci a Misterbianco nè quando di là facemmo ritorno a Catania.
  Ricordo bene peṛ che restammo in Catania ove rimanevamo la Domenica per ripartire poscia per Misterbianco il luned́ di mattina.
  Se non m'inganno il fatto di cui parlo dovette avvenire nel mese di agosto, e forse anche nei principii di settembre.
  Ricordo con precisione che nel tempo che eravamo a Misterbianco erano incominciati i fichidindia e l'uva era quasi matura.
  D. R. Sapevo che ero stato citato per i fatti di cui sopra ho parlato, ma me ne aveva informato mia moglie senza dirmi da chi essa lo avesse appreso.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.