Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. II.--Ostensori / Parte II.--Esami testimoniali


Castorina Giuseppe
(Fol. 98, vol. 2°--31 maggio 1891).

  D. R. Conosco da circa 2 anni il fabbro ferraio Giuseppe Consoli e feci la sua conoscenza nella occasione che egli veniva di tanto in tanto a farsi radere la barba da me.
  Veniva da me a detto scopo con lunghi intervalli, perchè, sebbene egli non si facesse crescere la barba, tuttavia egli alle volte si faceva radere la barba da altri barbiere che non conosco.
  Quando si aperse il teatro Massimo la seconda volta, il Consoli vi entrò come corista, ed all'uopo andava alla scuola di canto da padre Nicosia.
  Poco tempo prima che si aprisse il teatro Massimo, ricordo benissimo, che il Consoli si era già cresciuta la barba.
  Anzi ricordo pure, che nel tempo che al teatro si facevano le prove egli aveva già cresciuta la barba.
  Durante il tempo che egli si fece crescere la barba io ebbi occasione di acconciargliela una o due volte.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.