Processo a Stampa pei Furti di S. Agata
Vol. II.--Ostensori / Parte II.--Esami testimoniali


Sciacca Giuseppe
(Fog. 99, vol. 2.--31 Maggio 1891).

  D. R. Conosco Giuseppe Consoli e feci la sua conoscenza, nell'occasione che egli circa sette anni fa, quando era tornato dal servizio militare, veniva a farsi radere la barba nella bottega del barbiere Carmelo, di cui non ricordo il cognome.
  Io era allora commesso nella detta bottega.
  Però, sei o otto mesi dopo, lasciai la bottega dell'indicato barbiere e divenni commesso nel salone di Gaetano Camilleri e mi allocai come commesso nel salone di Villani Sebastiano.
  Dopo circa anni due ritornai di nuovo a prendere servizio presso il Camilleri, presso cui ancora mi trovo.
  Dal tempo in cui io conobbi il Consoli, rimasi con lui sempre in buona amicizia, perciò posso dire, che circa quattro anni fa e mezzo, egli si era fatto crescere la barba ed una volta venne a casa mia per farsela accorciare.
  Dopo qualche tempo se la levò di nuovo intieramente, ma io non so dove se la facesse radere.
  Ultimamente lo vidi di nuovo con la barba cresciuta, e circa due mesi fa, un giorno gliela accorciai io nel salone del sopra menzionato Gaetano Camilleri.
  D. R. Non so da quanto tempo il Consoli si fosse cresciuta la barba quando venne a farsela accorciare da me nel salone del Camilleri, e non posso neppure dire se se la fosse cresciuta da poco o da molto tempo, poichè io d'altronde lo vedevo ben di rado.

Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>
Ultima revisione: 28 dicembre 2005.