PREFATIONE.

  Non sono mancati per i tempi passati, di quei che copiosamente habbiano scritto contro coloro, che dicono, & sentono male del sacro stato de Religiosi; serrando la bocca, con ragioni efficacissime à quelli che temerariamente detrahevano à questo nobilissimo stato di Santa Chiesa. Onde la nostra sollecitudine potrebb' esser tenuta soverchia, quando volessimo trattare di nuovo l' istesso argomento; Però è parso utile, anzi necessario, dichiarar la causa, che ci ha mosso à pigliar questa poco di fatica; & è, non di chiamare gli huomini alla Religione, ma di ammaestrar coloro, che à quella sono chiamati da Dio. Perciòche sono molte pie, & divote persone, le quali da Dio illuminate, approvano il sacro stato di Religiosi, giudicando (come veramente è) quell' essere eccellentissimo, & di grandissimo merito; & si sentono interiormente di una celeste forza spinger ad abracciarlo; ma non si sanno risolvere per le molte difficultà, le quali intorno à ciò gli occorrono; Si che la nostra cura sarà principalmente, di far vedere à questi tali che si sentono chiamare alla Religione, che non debbono lasciar di mettere in essecutione la divina inspiratione, per veruna di quelle cose che se gli offeriscano in contrario; il che faremo trattando prime della natura, & essenza della Religione, di poi delli motivi, & mezzi tanto interiori, quanto esteriori, che Iddio usa per chiamar alla Religione nel terzo luogo responderemo alli dubbij, & dificultà, che sogliono travagliar i chiamati alla Religione. Ultimamente scopriremo le tentazioni, & insidie quali il Demonio suol usare nel tempo che l' huomo si risolve d' intrare; per impedir così santa risolutione, con i rimedij contrarij; à gloria di Dio, il qual'è quello, che chiama alla Religione; & à utilità di coloro, che sono chiamati. Et perche il demonio, il qual cerca d' impedire l' huomo, che non entri in Religione con le tentationi scoperte in questo trattato, con l' istesse dopo d' esser entrato cerca di farlo uscire dalla Religione, ò almeno di farlo vivere mal contento, & esser grave, & molesto à superiori, & fastidioso à tutti; però il presente trattato servirà ancora alli già entrati nella Religione, per haver alla mano, & in pronto risposte, & rimedij contro tutte le tentationi, che sogliono, & possono occorrere, per difendersi, & riportarne gloriosa vittoria.


Quest'edizione digitale preparata da Martin Guy <martinwguy@gmail.com>, agosto 2001.
Ultima revisione dell'HTML: 28 dicembre 2005.